Gli uffici della Pro Loco cambiano look!

Gli uffici della Pro Loco cambiano look.
Questo è stato possibile grazie all’arredamento gentilmente regalato dai titolari del gruppo Tecnocasa Lucera sito in Via Luigi Zuppetta: Giovanni Ialeggio e Gianluca Maddalena.
I soci tutti ringraziano.

Consegna tessera Pro Loco
Consegna tessera Pro Loco

PER CELEBRARE UN GRANDE AMORE, L’ARTE E’ IL MODO MIGLIORE…

⚠️ Per celebrare un grande amore, l’arte è il modo migliore…

Artisti lucerini Innamorati della nostra città, professionisti o dilettanti poco importa…Dovunque voi viviate, entro le nostre belle mura , nel resto d’Italia o del mondo: è il vostro momento per rendere onore alle vostre origini.

Come? Questo lo decidere voi…

Artigianato, bricolage, pittura, fotografia, scultura, poesia, prosa (in italiano o in  vernacolo), musica, giornalismo…

L’importante è che la vostra opera parli di lei… LUCERA!!!

Attendiamo il vostro materiale   presso la sede  della PRO LOCO di Lucera, in Piazza Nocelli n. 4, entro  il 31 luglio 2021.

 Il vincitore del concorso sarà annunciato domenica 8 agosto 2021, durante la cerimonia di chiusura di questa iniziativa, a partire dalle ore  19,00 in Piazza Nocelli.

Per maggiori info, leggete qui 

👇

“LUCERA IN ITALIA E NEL MONDO”

LUCERA MERITA

LUCERA merita di essere conosciuta di più in Italia e nel Mondo. La Pro Loco ha lanciato un sassolino nel mare infinito. Contribuisci anche tu condividendo il bando . Questa è la prima di una serie di iniziative.

Facci sentire la tua vicinanza

COMUNICATO

Si comunica ai soci della Pro Loco che è stata indetta l’Assemblea dei Soci per il g. 29/06 p.v. alle ore 17,00 , in prima convocazione, ed alle ore 19,00 in seconda convocazione.

IL Presidente

Dott. Nicola Ciccarelli

“LUCERA IN ITALIA E NEL MONDO”

  

 PROLOCO LUCERA

In occasione del          25° anno          dalla fondazione

Bandisce il Concorso “LUCERA IN ITALIA E NEL MONDO”

Arte – Artigianato – Bricolage

PROCLAMAZIONE VINCITORI E PREMIAZIONI

8 Agosto 2021 dalle ore 19,00

La Pro Loco di Lucera per festeggiare e ringraziare Lucerine e Lucerini che, seppure lontani, ma con Lucera nel cuore, hanno contribuito alla diffusione delle bellezze di Lucera

in tutta Italia e nel Mondo, li invita 

a partecipare al Concorso  “LUCERA IN ITALIA E NEL MONDO”, con una opera artistica già realizzata o da realizzare per l’occasione.

     Sono ammesse opere di tutte le espressioni d’Arte, Artigianato e Bricolage:  Pittura, Fotografia e Arti Visive, Scultura, Poesia e Racconti (in italiano e vernacolo), Musica (con CD o, meglio, DVD), Giornalismo,   Hobbies, etc.;

     Ogni autore può partecipare con più opere, fino ad una massimo di tre,  solo se in categorie differenti;

     Le opere dovranno pervenire presso la Sede della PRO LOCO, sita in Piazza Nocelli n. 4, entro il termine massimo del 15 luglio 2021:

     Solo per le opere di grandi dimensioni e provate difficoltà di trasporto, sarà ammessa la partecipazione con documentazione fotografica a grandezza naturale dell’opera;

     Tutte le opere pervenute godranno di esposizioni al pubblico nelle Sedi della Pro Loco, del Circolo Unione, di Bar, vetrine di negozi e di ogni altro luogo ritenuto idoneo dalla Pro Loco;

     Al termine del Concorso tutte le opere presentate resteranno a Lucera a disposizione della Proloco che potrà destinarne l’uso, sia per esposizioni che per eventuali Aste Benefiche, con comunicazione all’autore;

     La Giuria, che sarà composta da esperti nei diversi settori , fra tutte le opere pervenute, segnalerà gli autori delle opere più suggestive e/o più rappresentative di Lucera che entreranno di diritto nella rosa dei finalisti. 

La Finale, durante la quale la Giuria decreterà i vincitori, si terrà 

il giorno 8 Agosto 2021 dalle ore 19,00 in Piazza Nocelli Lucera.

La partecipazione al Concorso comporta la tacita accettazione di tutte le norme e modalità elencate nel Bando. I vincitori riceveranno riconoscimenti personalizzati e premi offerti da Sponsor locali.

       In caso di impedimenti dovuti ad imprevedibili eventi estranei all’Organizzazione della Pro Loco, il Concorso e/o la Finale di Proclamazione dei vincitori potranno essere rinviati a date da destinarsi il prima possibile.

                                                                                                            Il Presidente

                                                                                                     Dott. Nicola Ciccarelli

Pro Loco di Lucera in visita a Candela (FG)

Il Presidente ed alcuni Soci della Pro Loco di Lucera ieri hanno visitato la città di Candela ( Fg) , in occasione della festa dell’Infiorata.

Carissimi concittadini/e

quest’anno ricorre il 25° anno dalla fondazione della Pro Loco di Lucera, un traguardo molto importante e, come già saprete, sono state rinnovate le cariche del Consiglio Direttivo.

       Sono stato eletto Presidente e vi confesso che sono molto onorato e orgoglioso di ricoprire una carica piuttosto impegnativa per questa nostra Città così bella.

      Il nuovo Consiglio Direttivo risulta ora così composto:

Presidente: Nicola Ciccarelli,

Vice presidente: Vincenzo Bianchi,

 Consiglieri: Sergio Alfieri, Ciro Danese e Giuseppe De Biase.

      L’entusiasmo non manca, l’intesa fra di noi è totale e già stiamo elaborando Progetti, Manifestazioni e Concorsi coinvolgendo sia voi concittadini/e di Lucera – sia a coloro che – per studi, lavoro o altro –  hanno lasciato Lucera trasferendosi in Città a volte lontanissime, in Italia e nel Mondo.

            In questa ottica ho proposto al Consiglio Direttivo, dal quale ho ricevuto supporto unanime, di indire il Bando di Concorso “ LUCERA IN ITALIA E NEL MONDO” ( che a giorni sarà divulgato da questo sito), cercando  di coinvolgere i lucerini sparsi nel mondo e che sono ancora legati ai ricordi della loro città natale.-  Potranno  esprimere tale ricordo attraverso la realizzazione di opere artistiche artigianali, Bricolage, Pittura, Fotografia, Scultura , Musica, Poesia ( in italiano o in vernacolo) etc. etc. 

     Man mano entreremo nei dettagli dandovene più ampia informazione.

     Ora permettetemi di esporvi alcune mie considerazioni:

     Pare che questo lungo periodo di pandemia stia per volgere finalmente al termine,  e che entro settembre raggiungeremo la tanto agognata “immunità di gregge “ . 

                                                            

 A poco a poco stiamo riacquisendo il controllo sull’ esercizio della libertà di movimento e di azione, diritti di natura personale  ed inalienabili, che lo Stato ha inteso ridimensionare nella prospettiva di contenere la propagazione del virus. 

      Gli effetti causati  da tali limitazioni si sono propagati spregiudicatamente nelle vite di ognuno di noi. 

      Pensiamo, per esempio,  al radicale cambiamento subito dalle relazioni sociali: il non potersi frequentare o, cosa ben più grave, il mancato ristoro dell’abbraccio più significativo – quello dei nostri familiari – hanno profondamente segnato la nostra attitudine psicologica e comportamentale. 

       Per non parlare delle grandi difficoltà patite dai nostri figli e nipoti,  privati del loro diritto – dovere di frequentare la scuola, e rimasti a digiuno di quelle esperienze che sono tipiche dell’età infantile, o di quella adolescenziale: momenti che riempiono solitamente  il bagaglio di vita utile a definirci come donne ed uomini nell’età adulta. 

       Senza contare le difficoltà economiche che stiamo vivendo, e che vivremo negli anni futuri, tenuto conto del fatto che i debiti, contratti nella prospettiva di stimolare la ripresa,  dovranno essere ripianati dai nostri nipoti, e pronipoti.

   Nonostante il tempo passato non possa essere recuperato materialmente, esso può essere certamente riguadagnato in termini di qualità.  Ed ognuno di noi, per come può’, e per come sa, ha il dovere di contribuire alla ripresa dello spazio civico in cui vive.

        Ho voluto destinarvi queste poche righe per ricordare come la Pro Loco di Lucera, pur tra le obiettive difficoltà, abbia cercato di mantenere i rapporti con i soci, e con le Istituzioni, attraverso i propri rappresentanti nel Direttivo.

         Il cambio al vertice è stato determinato dalla volontà, espressa  dal Presidente uscente SERGIO ALFIERI , di non dare seguito al proprio incarico di Presidente, peraltro egregiamente svolto per oltre 11 anni , periodo durante il quale  sono state inaugurate, con pochi mezzi ma 

                                                                                        

tante idee, manifestazioni che sono riuscite a coinvolgere molte altre Pro Loco della Regione, oltre che  l’intera  comunità lucerina. 

          A tal  proposito, tutti ricordiamo con piacere  la Sagra delle Sagre, a cui deve essere attribuito il merito  di  aver portato a Lucera migliaia di persone provenienti dai  paesi limitrofi ( e non solo)

          In questo quadro, vale la pena  menzionare, inoltre,  un progetto del 2019 portato avanti dal C.I.F. di Lucera unitamente alla nostra Associazione , e che ha condotto all’organizzazione di    un convegno nazionale  sulle “Bambole quaresimali” (le nostre Quarantane). Parliamo di un convegno che ha registrato una risonanza internazionale, tanto da sbarcare addirittura in Armenia, dove se ne è parlato e scritto (ma di questo avremo modo di discutere in altre occasioni).       

          È nella mia veste  di neo Presidente della Pro Loco che oggi intendo inaugurare non soltanto la ripresa dell’attività sul nostro sito internet ma anche  il rilancio della nostra Associazione- atteso l’importante traguardo raggiunto. – E’ giunto il momento di organizzare nuove attività che valorizzino le bellezze del nostro territorio, e la qualità dei nostri prodotti locali.

       Approfitto dunque di questa occasione per rivolgere un appello a tutti coloro i quali desiderino essere protagonisti, e non semplici spettatori, delle prossime manifestazioni, e dei prossimi eventi in ambito culturale, turistico ecc…ad avvicinarsi all’Associazione.- ABBIAMO BISOGNO DELL’AIUTO DI TUTTI.

 Vi saluto con un virtuale ( ancora per  poco )abbraccio.

    Lucera,11/06/2021

                                                                                                    IL PRESIDENTE                                                                                                             Nicola Ciccarelli                                           

Storia, Arte e Cultura sulla via Francigena del Sud

La città di Lucera, assieme alla Pro Loco di Lucera ha avuto il piacere di ospitare un gruppo di 20 studenti dell’IISS Ferraris di Molfetta in Cammino da Molfetta a Monte Sant’Angelo sulla via Francigena del Sud.

Il progetto dal titolo “Storia, Arte e Cultura sulla via Francigena del Sud” ha come obiettivo la conoscenza del territorio per la sua valorizzazione.

La via Francigena attraversa il territorio pugliese da Nord a Sud, accompagnando il pellegrino antico e moderno attraverso la varietà paesaggistica che caratterizza la regione Puglia, antica terra abitata già in età preromana da Dauni, Peuceti e Messapi, le cui tradizioni artistiche e culturali hanno lasciato una lunga eco che risuona ancora oggi.

Le azioni messe in atto, oltre a prevedere materialmente la percorrenza a piedi della via Francigena nel territorio pugliese, hanno come oggetto lo studio del paesaggio, delle espressioni culturali, della storia e delle tradizioni legate alla via Francigena, anche attraverso l’adozione di luoghi e di monumenti, produzioni artistiche e culturali, la mappatura del percorso e ne approfondiranno i risvolti turistici ed economici.

Hanno scritto di noi: “La città di Lucera è ricca di storia e di bellissime opere d’arte. Interessante la conoscenza del territorio extra urbano con le sue colture e l’incontro con numerosi braccianti agricoli e proprietari terrieri che ci hanno parlato delle varie produzioni agricole. Favolosa l’accoglienza della ProLoco e dell’intera comunità di Lucera. Grazie a tutti voi”.

Il nostro ringraziamento in quanto Pro Loco a questo gruppo di ragazzi, alla loro forza di volontà, alla loro determinazione,  al fatto che ci sono ancora giovani che credono nella storia, nella cultura, nelle tradizioni e nell’importanza di preservarle.

Tutto questo ci ha riportato alle parole del giornalista Indro Montanelli : «L’unico consiglio che mi sento di dare – e che regolarmente do – ai giovani è questo: combattete per quello in cui credete. Perderete, come le ho perse io, tutte le battaglie. Ma solo una potrete vincerne. Quella che s’ingaggia ogni mattina, davanti allo specchio».

 

Le volontarie del Servizio Civile Nazionale

Maria Grazia De Luca, Chiara Modestino

“Viaggiando di Pro Loco in Pro Loco”: Motta Montecorvino (FG)

Il secondo appuntamento del progetto “Viaggiando di Pro Loco in Pro Loco” ha fatto tappa a Motta Montecorvino, affascinante borgo di 695 abitanti della provincia di Foggia. Il progetto è organizzato da “Unpli Puglia delegazione Monti Dauni” per far conoscere il territorio e favorire una maggiore coesione tra le associazioni.

Domenica 8 settembre siamo stati quindi accolti presso la Pro Loco di Motta, in via Roma 14. Dopo un’iniziale sosta alla Quercia di San Luca, primo luogo di interesse, la visita si è spostata presso il “Museo della Civiltà Contadina e delle Tradizioni Popolari”, ideato e realizzato da Pasquale Gramegna nel 1990, dopo anni di dure ricerche nelle varie masserie della gente del luogo. È possibile ammirare in questo luogo  l’antico focolare, il letto monumentale, la sala degli aratri, “u traine”. Il Museo esprime appieno l’idea che i beni possano diventare ricchezza e patrimonio di tutti. È seguita poi la visita alla Chiesa Madre San Giovanni Battista, luogo legato ad un episodio dei briganti, raccontatoci da Giuseppe Di Iorio. Nel corso dell’Ottocento, diversi mottesi si unirono alle bande di briganti che imperversavano nelle aree collinari dell’Italia meridionale. Ciò preservò il paese dai saccheggi e dalle spoliazioni che interessarono alcuni dei centri vicini.

Tutto l’itinerario qui descritto è stato accompagnato dalla suggestiva visita del borgo, con le sue vie, le sue case, le antiche “trusan” e i “basce”.

La bellissima giornata si è conclusa presso la Locanda San Cristoforo con un menù che richiamava fedelmente la tradizione dei Briganti. Il tutto accompagnato da una bevanda allo sciroppo di fiori di sambuco.

Grazie al progetto “Viaggiando di Pro Loco in Pro Loco” che ha dato la possibilità di scoprire questo incantevole borgo, con la sua storia e le sue tradizioni, facendoci sentire parte di un mondo antico che non può e non deve essere dimenticato.

 

Le volontarie del Servizio Civile Nazionale

Maria Grazia De Luca, Chiara Modestino

“Viaggiando di Pro Loco in Pro Loco”: Conosciamo Accadia

Domenica 23 giugno si è tenuta ad Accadia la prima tappa del progetto “Viaggiando di Pro Loco in Pro Loco”, sostenuto dall’Unpli Puglia delegazione monti dauni con lo scopo di far conoscere maggiormente il proprio territorio e favorire maggiore coesione tra le associazioni.

“Conosciamo Accadia” (questo il nome della prima tappa) ha permesso alle Pro Loco partecipanti, tra cui Lucera,Sant’Agata, Troia e Casalnuovo, di conoscere le suggestive peculiarità e i meravigliosi spazi accadiesi. Guidati dalla Presidente della Pro Loco Concetta de Bellis, la giornata è iniziata con l’escursione alle Gole di Pietra di Punta, raggiunte attraverso un sentiero incorniciato da una fitta foresta  che costeggia il Torrente Frugno. Le cascate e i laghetti che si trovano in fondo alla gola regalano un suggestivo scenario che come ha avuto modo di appurare il presidente della Pro Loco di Lucera, Sergio Alfieri: «sembra di essere arrivati in un’oasi dopo il deserto».

La giornata è proseguita con la visita al Santuario della Madonna del Carmine situato sul Monte Crispignano dove, secondo la tradizione, apparve ad un pastorello la Madonna del Carmine nella crepa di una roccia; in seguito fu qui eretto un santuario il quale attira annualmente numerosi pellegrini.

Il pranzo si è tenuto presso l’azienda agrituristica “Santa Maria”dove si è potuto  gustare le specialità del territorio.

Infine la giornata è terminata con la visita al Museo Civico e del “Rione Fossi”, l’antico Borgo di Accadia, abbandonato in seguito al terremoto del 1930 ed oggi  disabitato: un luogo estremamente suggestivo e poetico tra scorci di un passato che sembra essere immortalato nel tempo, tra stradine e vicoli sinuosi, abitazioni medievali e resti di Chiese. Il borgo fa da cornice ai concerti del Festival Accadia Blues, fiore all’occhiello tra le manifestazioni organizzate, che si tiene ogni anno il terzo fine settimana di luglio.

Il villaggio abbandonato, suggestivo e poetico come abbiamo detto, ha permesso a noi visitatori di fare un tuffo nel passato idilliaco e di riflettere sulla caducità del tempo e sulla bellezza sublime della natura.

Il paesologo e poeta Franco Arminio, definitoda Roberto Saviano come «uno dei poeti più importanti di questo paese, il migliore che abbia mai raccontato il terremoto e ciò che ha generato», troverebbe materia poetica da cui attingere per i suoi versi, sempre intrisi e votati alla retorica dell’abbandono.

«Portami con te in una strada di campagna, dove abbaiano i cani[…]Portami dove c’è il mondo, non dove c’è la poesia». Scrive Arminio. Allora Accadia è il posto giusto, perché lì c’è il mondo, e tutto diventa poesia.

Le volontarie del Servizio Civile Nazionale

Maria Grazia De Luca e Chiara Modestino